"Oltre la realtà inizia la vera meraviglia, catturata dall'immaginazione sfrenata".


Finché riesco a ricordare, sono attratto dall'insolito, il danneggiato, l'esposto alle intemperie, il distrutto e il rifiutato.

 

Il mio lavoro come insegnante in psichiatria infantile, la mia successiva carriera come interior designer e la mia arte contemporanea, hanno un comune denominatore: svelare il carattere, le fonti e i valori della bellezza interiore.

 

La mia forza è che lavoro intuitivamente, spontaneamente e improvvisando, non ostruito da regole e leggi. La mia fotografia è sperimentale.

Per me, è tutto basato sulla dedizione, non sulla nitidezza e allo stesso modo sul tipo di macchina fotografica.

 

Sperimento la bellezza di ciò che è fragile, danneggiato, esposto alle intemperie e rifiutato.

Preferisco i deboli sopra i forti, i perdenti sopra i vincitori.

 

Le superfici che vivo nella nostra realtà formano un film sottile che filtra molti mondi.
Ciò che mi intriga sono le immagini che sono nascoste e ciò che rivelano.
Perciò smascherò, analizzerò, disarmare, districare e scoprire fino a quando un'immagine si manifesta che costringe all'umiltà.
Poi ho realizzato di cosa si tratta, abbracciando il potere del nascosto.

 © maartjekingma 2018 - all rights reserved